by Somma Informatica
Redazione
Contatta su Skype la Redazione di SommariaMente Free Press per inserire gratuitamente i tuoi articoli
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Editore
Contatta su Skype l'Editore di SommariaMente Free Press
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Marketing-Pubblicità
Contatta su Skype l'ufficio commerciale di SommariaMente Free Press per la tua pubblicità sul nostro sito e sul nostro cartaceo
oppure inviaci una mail a commerciale@sommariamente.it per il tuo PREVENTIVO GRATUITO
Cliccaci su Google+
LinkedIn

‘A Ianara

Pe’ ‘e case a fa’ rispietti a ‘e ninni: face accappottà ‘e cònnole, piglia ‘e creature e ‘e mette sott’a cénnera, o ‘e stroppéa… Mò sienti sta storia.
Na vota na ianara ivo a tozzolà a casa ‘e na fémmena prena, che steva cocenànno:
– Mme dai no’ poco ‘e lardo.
– Va’ a zappà! – li risponnivo sta fémmena, e li sbattìvo ‘a porta nfacci.
La ianàra li ittàvo na iastéma:
– Puozzi figlià no criaturo ca no’ cresce cchiù ‘e no parmo!
Quanno sta femmena ascìvo ‘e cunto, figliavo averamente no criaturo brutto e piccirillo. Co’ ‘o tiempo, ‘o figlio manco cresceva e manco s’acconciàva. Ogni sera ‘a ianara, volanno comm’a n’auciello, traséva rind’a càmmera e ‘o stroppiava. ‘A mamma no’ sapeva cchiù a chi santo s’aveva vutà. A quatt’anni sto criaturo era ancora accossì comm’a quanno era nato.
No juorno ‘o ivo a trovà ‘a commare. Mènte traséva sta commare vedivo trasì pe’ a fenesta n’auciello, e li venètte no sospietto. Corrivo ncopp’a càmmera d’ ‘o guaglione e ‘o trovavo dint”a na bottiglia. Risse vicin’a mamma:
– Qua nc’è sotta ‘a mano ‘e na ianara, ca tene mala capa.
Era ‘o mese ‘e Natale. ‘O juorno ‘e festa d’ ‘a Maronna pigliavo no piezzo ‘e caso e ‘o cosivo dint’ ‘a chiéga ‘e na vesta. ‘A viggilia ‘e Natale, doppo ‘a messa cantata, las- savo ca ‘a gente se n’ascéva, nfino a cche dint’ ‘a chiesa romanìvo sulo essa. Si guardavo attuorno e vedìvo na fémmena chi circava ‘e s’annascònne. Era ‘a ianara. Chesta sùbbeto li corrìvo vicino, e li risse:
– No’ dì’ a nisciuno ca so’ na ianara. I’ te prometto ‘e fa’ ‘a commara a ‘o criaturo, quanno s’ ‘a dda cresimà.
‘A ianàra fu ‘e parola: cresimàvo ‘o criaturo, e a chillo juorno chisto crescivo cresci- vo tanto ca addeventàvo ‘o giovane cchiù bello e cchiù forte ‘e tutti l’ati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sommariamente Web Tv
Watch live streaming video from sommariamente at livestream.com
Cerca con google
Ricerca personalizzata
NERI PER CASO a SORRENTO
Facebook
Invia notizia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allega un file

Twitter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Utenti iscritti al sito
    35176
Donazioni
Archivi
Protected by Copyscape Duplicate Content Protection Tool