by Somma Informatica
Redazione
Contatta su Skype la Redazione di SommariaMente Free Press per inserire gratuitamente i tuoi articoli
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Editore
Contatta su Skype l'Editore di SommariaMente Free Press
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Marketing-Pubblicità
Contatta su Skype l'ufficio commerciale di SommariaMente Free Press per la tua pubblicità sul nostro sito e sul nostro cartaceo
oppure inviaci una mail a commerciale@sommariamente.it per il tuo PREVENTIVO GRATUITO
Cliccaci su Google+
LinkedIn

 

di Anna Gentile

E’ partito dal nostro paese l’aiuto concreto alla ricerca sulla Distrofia muscolare. Si tratta di un contributo importante, non economico, ma di grande spessore umano e foriero di innovazioni in campo scientifico. Alcuni mesi fa, Anna A., si è recata col figlio a Pisa, presso l’Istituto Pediatrico di Cura e Ricerca “Stella Maris” dove è venuta a conoscenza di un nuovo Progetto di Ricerca Genetica, in particolare sulla Distrofia muscolare, che coinvolge non solo il Ministero della Salute (che lo ha finanziato), ma anche Telethon Italia e Francia, congiuntamente alle Università di Pisa e Napoli. Non ha esitato un attimo, come ci riferisce lei stessa, con gli occhi che le brillano e col sorriso che sempre la contraddistingue, e così, insieme al figlio, si è sottoposta ad una biopsia chirurgica. “Abbiamo donato un pezzetto del nostro tessuto muscolare”, ci spiega Anna, “sperando che la ricerca, nel giro di due anni, possa andare avanti in modo da poter trovare cure efficaci e in grado di debellare malattie ereditarie come la Distrofia muscolare”.  Anna è una madre energica e coraggiosa, è una di quelle donne che non sa stare ferma ad aspettare che qualcuno si muova per lei, anzi per loro, e lo si è visto: non ha aspettato i risultati di una ricerca intrapresa da altri, ma si è mossa d’istinto e con cognizione di causa. Anna lotta quotidianamente con la malattia di suo figlio sensibilizzando amici e conoscenti al sostegno delle ricerche di cure per la Distrofia muscolare. Quello di Anna, dunque, non è solo un discorso ed un intervento dovuto alla sensibilità, ma anche di cultura e, se si vuole, di una forma mentis congiunta ad una forte religiosità. E come tante altre mamme, impegnate fuori e dentro casa, ogni giorno fa la sua maratona, lontano dai riflettori. Un esempio da seguire, da incoraggiare e da sostenere, perché solo così e solo se si è uniti la scienza può andare avanti. Un passo,dunque, nella direzione giusta che dovrebbe vederci tutti puntare ed investire su questo tipo di ricerca, proprio come una sorta di investimento, a breve termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sommariamente Web Tv
Watch live streaming video from sommariamente at livestream.com
Cerca con google
Ricerca personalizzata
Facebook
Invia notizia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allega un file

Twitter
Iscriviti alla nostra Newsletter
Utenti iscritti al sito
    35169
Donazioni
Archivi
Protected by Copyscape Duplicate Content Protection Tool