by Somma Informatica
Redazione
Contatta su Skype la Redazione di SommariaMente Free Press per inserire gratuitamente i tuoi articoli
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Editore
Contatta su Skype l'Editore di SommariaMente Free Press
oppure inviaci una mail a redazione@sommariamente.it
Marketing-Pubblicità
Contatta su Skype l'ufficio commerciale di SommariaMente Free Press per la tua pubblicità sul nostro sito e sul nostro cartaceo
oppure inviaci una mail a commerciale@sommariamente.it per il tuo PREVENTIVO GRATUITO
Cliccaci su Google+
LinkedIn

Si è chiusa ieri, 5 dicembre, la 36° edizione delle Giornate Professionali del cinema di Sorrento. Molto ricco ed estremamente variegato il programma: dall’incontro “Generazione Cinema” con Marco e Piergiorgio Bellocchio condotto dal critico cinematografico Mario Sesti, alla premiazione dei Biglietti d’oro, quest’anno consegnati a “Sole a catinelle”, “Cattivissimo me 2” e “Il principe abusivo”.

Particolarmente interessanti le convention, che hanno visto piccole e grandi case di distribuzione presentare i loro listini 2013-2014. E ce n’è davvero per tutti i gusti: da “Still Life” di Uberto Pasolini per BIM Distribuzione a “Lo Hobbit” per Warner Bros, dall’ultimo Verdone di “Sotto una buona stella” per Filmauro a “Philomena” di Stephen Frears in uscita a Natale per Lucky Red.

Spazio aperto alle riflessioni, poi, con due seminari ANEC, l’Associazione Nazionale Esercenti: “La pirateria audiovisiva nell’era digitale” e “Dalla pubblicità alla web reputation: come cambia la comunicazione nel cinema”.

Non si dimenticano i classici e questo sabato alle 21.30 sarà proiettato al Teatro Tasso “Vacanze romane” di William Wyler, a chiusura della mostra “La Vespa e il Cinema”, inaugurata il 1° dicembre.

Poche le anteprime: “Disconnect” di Henry Alex Rubin, “Il capitale umano” di Paolo Virzì, “Walt Disney: Saving Mr. Banks di John Lee Hancock e “Thermae Romae” di Takeuchi Hideki. Peccato, perché nel nostro territorio sono molti i film, italiani e non, a non essere distribuiti e questa poteva essere una buona occasione per dare visibilità ad opere altrimenti in difficoltà. Un esempio per tutti, proprio “Ritratto di mio padre” di Maria Sole Tognazzi, uscito nel 2010 e proiettato per la prima volta a Sorrento durante queste Giornate del cinema.

L’evento rimane un successo ma la programmazione forse un po’ troppo poco omogenea rischia di far perdere identità a una manifestazione che per altri versi ha le potenzialità per risultare interessante sia ad amatori che ad addetti ai lavori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sommariamente Web Tv
Watch live streaming video from sommariamente at livestream.com
Cerca con google
Ricerca personalizzata
NERI PER CASO a SORRENTO
Facebook
Invia notizia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Allega un file

Twitter
Iscriviti alla nostra Newsletter
    35176
Donazioni
Archivi
Protected by Copyscape Duplicate Content Protection Tool